Posizionare un sito: l’importanza della SEO

Posizionare un sito,
l’importanza della SEO


Siamo un’agenzia di comunicazione con sede a Napoli & Milano,

il nuovo adesso.

SEO search engine optimization.
Leggi il seguente l’articolo per capire perché è importante la SEO e posizionare il tuo sito nella prima pagina di Google

Prima di raccontare l’importanza della SEO, è fondamentale capire come funzionano i motori di ricerca, in particolare Google. I motori di ricerca (come suggerisce il nome) mostrano i risultati delle ricerche fatte dagli utenti su internet. Per mostrare questi risultati, i motori fanno una scansione di tutti i siti analizzando l’intero contenuto e struttura. Google e gli altri motori indicizzano periodicamente tutti i siti esistenti, ma ciò non basta per la visibilità perché un sito web può uscire anche nella centesima pagina delle ricerche! In questo affollamento di contenuti, come facciamo a far emergere il nostro dominio e posizionarlo nella prima pagina di ricerca?

Ed è proprio qui che entra in gioco la SEO.

Cosa è la SEO?

Innanzitutto è necessario fare un passo indietro e iniziare a distinguere tra SEO, SEA e SEM. Con SEM si intendono tutte le attività di Marketing ONLINE. All’interno della SEM abbiamo la SEA, ovvero la pubblicità online a pagamento e la SEO (Search Engine Optimization), ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca, cioè tutte le regole che servono per posizionare un sito web nella prima pagina di Google. Dunque, sei hai un tuo business e stai cercando un’agenzia di Comunicazione a Napoli per posizionare il tuo sito continua a leggere per avere qualche informazione in più a riguardo.

Per avere una strategia SEO bisogna monitorare alcuni elementi. Il primo elemento è la query: ovvero tutte le ricerche effettuate dagli utenti, ad esempio quando digiti “hotel Roma” e vai su un sito di un albergo a Roma. Poi, le parole chiave che compongono la query. Analizzare le parole chiave da utilizzare non è un lavoro facile, molto spesso gli imprenditori chiedono una consulenza presso una agenzia di Comunicazione. Come prima cosa bisogna analizzare il volume di ricerca di determinate parole e saper scegliere quali inserire nella strategia e quali no.

Infine, le intenzioni di ricerca. Cosa voleva veramente sapere l’utente? Qual era la sua intenzione dietro alla query “hotel Roma”? Cercava un hotel qualunque nella capitale oppure cercava delle offerte per il suo soggiorno a Roma?

Gli elementi della tavola periodica della SEO

I Google cambia in continuazione il proprio algoritmo e bisogna stare al passo con le novità, altrimenti il proprio sito perde la visibilità. Un esperto SEO sa benissimo come destreggiarsi tra tutti i fattori che influiscono nel posizionamento di un sito-web. Uno strumento utile per capire come ragiona Google è la tavola periodica degli elementi della SEO, la quale consta di oltre 200 elementi di ranking. Tra quelli noti possiamo suddividerli in sette categorie.

Le prime tre rientrano nella Seo on the page, ovvero tutte quelle attività che dipendono dalla nostra competenza e che possiamo sempre modificare. Mentre le ultime quattro rientrano nella SEO off the page, cioè tutte le attività che si svolgono al di fuori dalle nostre pagine web e che sono difficili da monitorare.

Un buon esperto SEO, dunque, può intervenire sulle prime tre categorie: quindi sui contenuti, sull’architettura del sito e sul codice HTML. Come già detto, ciò che riguarda la Seo off the page si può monitorare ma non si può avere un controllo completo. Infatti, le altre categorie riguardano l’autorevolezza e l’autenticità del dominio web, la social reputation e la gestione dei link in uscita.

Sembra un lavoro difficile, vero? Devi sapere che ci sono numerosi tools a pagamento e gratuiti che ti aiutano nella strategia per il posizionamento. Ovviamente, per avere un lavoro fatto bene è consigliata una consulenza in una agenzia di Comunicazione che si occupa di questo.

La SEO nel futuro: ecco quale direzione prenderà

Bisogna aggiungere che ben presto gli elementi che determinano la SEO cambieranno a causa della diffusione delle ricerche vocali (Voice Search). Quanti di voi usano Google oppure Alexa per alcune ricerche veloci? Il modo in cui facciamo le ricerche su internet sta cambiando velocemente.

La tecnologia si perfeziona sempre di più, infatti gli assistenti vocali sono in grado di riconoscere i dialetti e le varie intonazione mostrando risultati sempre più pertinenti alla ricerca effettuata. Questo fa pensare che ben presto si scriverà sempre di meno e che si darà più spazio alle ricerche vocali, per la loro immediatezza e velocità. Scopriremo presto, quindi, quale direzione prenderà la SEO.

Grazie per averci letto.

Comments (0)
Join the discussion
Read them all
 

Comment

Hide Comments
Go to top
Back

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Share